MEMORIAUn ecclesiastico sta facendo la sermone riguardo a dieci comandamenti ad un capannello di padri dell’azione cattolica

MEMORIAUn ecclesiastico sta facendo la sermone riguardo a dieci comandamenti ad un capannello di padri dell’azione cattolica

Al rimpatrio lo aspettano rso suoi amici ansiosi di sentirlo riferire le deborde traversie

Quando arriva al settimo comandamento ” non rubare” si accorge che uno dei suoi ascoltatori d segni di inquietudine e si fruga nervosamente in tasca. Lui continua ed arriva al nono comandamento “non commettere adulterio” e vede che il tizio si del tutto tranquillizzato e sorride tutto rassicurato. Dopo in sacrestia, il prete si ferma a chiacchierare un po’ con i signori cui ha fatto la predica, vede il signore di prima, lo chiama in disparte e gli chiede il motivo del suo strano comportamento.< E'>———————————————————————————————-< Mario,>< Beh!>————————————————————————————————CACCIA GROSSADue culattini vanno in Africa a fare un safari e mentre uno si prepara ad affrontare la jungla con stivaloni, machete, fucile a pompa, pistola vede l’altro che si messo una vistosa minigonna, tacchi a spillo, una parrucca tutta bionda, allora gli fa: < Ohe!>< S,>————————————————————————————————< Sapete>< No!!>< Perch>————————————————————————————————Una vecchia battona in tribunale ad attendere il verdetto per “adescamento”. Un giudice molto giovane ed inesperto si sente un po’ titubante sulla pena da comminarle, allora si rivolge ad un suo collega anziano e gli chiede in un orecchio< Tu> < Non>risponde il collega.

IL PANEIn un paese della bassa un vecchietto ha mandato la moglie al mare ed al mattino va a comperare il pane. Arriva dalla fornaia, amica di sua moglie, e le dice:< Dammi>< Cosa>< Mi>

LA VERIFICAIn un’ osteria di paese ci sono alcuni amici che tutte le sere si ritrovano a giocare a scopa. Uno di questi particolarmente fortunato e vince sempre, un suo amico un po’ invidioso per una sera gli dice:< Ehi>< Non>Dopo un po’ che giocano il tizio gli fa:< Piero>< No!>Dopo un po’ l’ amico gli ripete il ritornello, allora Piero tutto incazzato perch aveva anche il settebello in mano, gli dice:< V>Parte e tutti gi all’ osteria dicono: < Madonna>e tutti stanno ad aspettare. Dopo circa mezz’ ora torna Piero tutto tranquillo che si siede e si rimette a giocare a carte, l’ amico di prima gli chiede:

IL CAMERIEREUn tizio entra in un ristorante cittadino, si siede al tavolino e chiama il cameriere:< Cameriere,>< Subito>Dopo qualche minuto il cameriere torna con il piatto di brodo e con il pollice della mano destra immerso nel brodo. Il cliente non fiata, dopo un po’ gli getbride.org clicca per maggiori informazioni ridice:< Cameriere,>< Subito>Dopo un po’ il cameriere torna con il risotto e con il pollice destro nuovamente immerso nel piatto.

Il cliente a questo punto si spazientisce e chiama il cameriere e gli fa:< Senta>< Vede>

SEGHE CINESIPierino, figlio di pap, reduce da un viaggio istruttivo compiuto in oriente, alla ricerca dei vari modi di fare l’amore orientali. Lui comincia a raccontare delle gheishe giapponesi. delle filippine tuttofare. dei bagni di Bangkok. etc.. etc..Dopo un po’ un suo amico gli chiede cosa gli sia rimasto pi impresso di tutte queste esperienze e Pierino risponde :< Sono>< Come>< Dovete> < Ma>chiede l’ amico

LA LAVANDAIAUna lavandaia di un paesino della bassa bergamasca va a confessarsi dal prevosto e gli dice:< Senta>Il prevosto visto che si tratta di una povera sempliciotta allora escogita un metodo misto tra l’ utile ed il dilettevole per darle la penitenza e le dice:< Senta>< Va>Passa un po’ di tempo ed il prevosto vede arrivare la lavandaia in sacrestia con un bel cestino di vimini coperto da un panno bianco. Con fare tutto gongolante allora le dice:< Ci>< Si>La lavandaia deposita il cestino e se ne v; il prevosto subito toglie il panno bianco e vede con sua sorpresa che il cestino vuoto, allora chiama subito la lavandaia e le grida:

Comments are closed.

Thanks for downloading!

Top